Venerdì, 24 Maggio 2019 09:25

Regno Unito: Ricercatori concordano "Sigaretta elettronica, 95% di successo nella cessazione"

Scritto da Fausto Zocco
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

La ricerca pubblicata su Addiction dimostra che le persone che tentano di smettere con l'aiuto delle sigarette elettroniche hanno circa il 95% in più di probabilità di successo.

I commenti a caldo sullo studio effettuato da Sarah Jackson ("Moderators of real‐world effectiveness of smoking cessation aids: a population study"), della University College London, da noi pubblicato ieri, non sono tardati e sono stati pubblicati da Sciencemediacentre.org avvalorando l'utilizzo delle sigarette elettroniche come strumento di cessazione, o strumento di riduzione del danno da fumo, migliore rispetto ad altri prodotti di sostituzione della nicotina (NRT).

La Dott.ssa Deborah Robson, ricercatrice senior in dipendenza da tabacco presso il National Addiction Center, King's College di Londra, che ha dichiarato:

"In tutto il Regno Unito, i fumatori possono accedere a un'ampia gamma di supporti se scelgono di fare un tentativo di smettere di fumare. I risultati di questo recente studio di Sarah Jackson e colleghi dell'UCL ci aiutano a capire quale tipo di supporto aumenta la possibilità di smettere con successo e, soprattutto, tiene conto di altri fattori che possono influenzare la cessazione, come il livello di dipendenza e lo stato socioeconomico di una persona. I risultati si aggiungono alla nostra comprensione dell'utilità delle sigarette elettroniche o della vareniclina per aiutare i fumatori in Inghilterra a smettere con successo. Aiutano anche a far luce sui tipi di supporto meno comuni, come i siti Web, e chi può trarne il massimo vantaggio."

"Professionisti e operatori sanitari troveranno questo studio utile per orientare la loro personalizzazione degli interventi in modo che le persone che usano i loro servizi abbiano le migliori possibilità di smettere. I fumatori dovrebbero anche tenere conto del fatto che i milioni di sterline che spendono collettivamente ogni anno per l'acquisto di una terapia sostitutiva alla nicotina come cerotti e gomme da un negozio, potrebbero non aumentare le probabilità di smettere e potrebbero essere meglio investiti in sostituti alternativi come le sigarette elettroniche."

La Dott.ssa Leonie Brose, Senior Lecturer presso il National Addiction Center, King's College di Londra, ha oltremodo dichiararo:

"Questo studio molto corposo in quanto ha esaminato quasi 19.000 persone in Inghilterra che avevano provato a smettere di fumare e ha dimostrato che coloro che utilizzavano la vareniclina o le sigarette elettroniche avevano più probabilità di avere successo."

"Questo è in linea con quanto è già stato riscontrato in studi randomizzati controllati ed estende questi risultati ai fumatori adulti nel mondo reale. Mentre i tassi di successo erano simili per la vareniclina, lo svapo è molto più popolare tra i fumatori che cercano di smettere di fumare e quindi aiuta più fumatori a smettere ".

Il prof. Peter Hajek, direttore dell'unità di ricerca sulla dipendenza dal tabacco, Queen Mary University of London (QMUL), ha dichiarato:

"Lo studio riporta due importanti risultati relativi alle sigarette elettroniche. Aiutano i fumatori a smettere almeno tanto quanto i farmaci per smettere di fumare, e sono usati da molti più fumatori. Ciò significa che generano più cessazioni e lo fanno senza alcun costo per il servizio sanitario nazionale. "

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Venerdì, 24 Maggio 2019 09:33