Mercoledì, 26 Giugno 2019 14:17

Russia: Il Partito Liberal-Democratico propone un nuovo sondaggio sulla sigaretta elettronica

Scritto da G. Marangon
in foto: Nikolai Dronov in foto: Nikolai Dronov Skyvape.it

Dopo aver riportato l’intervento del consigliere del Ministero della Sanità , “Nikolai Dronov”, il quale lo ricordiamo è a favore degli strumenti per la riduzione del danno e cerca un approccio politico equilibrato, quest’oggi vi riportiamo un recente sondaggio lanciato dall’ LDPR.

Nello specifico, il Partito Liberal Democratico ha pubblicato un'indagine sul suo sito web all’interno della quale si chiede l’opinione di tutti gli utenti cosa ne pensino della sigaretta elettronica, per farlo sono state proposte tre diverse opzioni: è possibile sostenere la proposta di equiparare le sigarette elettroniche con quelle analogiche, opporsi a tale proposta o infine trovare difficoltà a rispondere. Sarà inoltre possibile tenere sottocontrollo i risultati di tale indagine per capire che posizione prenderanno i cittadini.

Seppur possa sembrare un’ottima iniziativa, in molti sostengono ch tale sondaggio sarà pressoché inutile e con tutta probabilità non porterà ad alcun risvolto a favore della sigaretta elettronica. L’LDPR infatti non è mai riuscito con le sue nobili iniziative ad apportare cambiamenti significativi per il settore, se non con l’introduzione della parola “nikatin” all’interno del testo di legge che vieta la vendita dei prodotti sopracitati ai minori.

Di certo possiamo sostenere che si tratta di una iniziativa molto interessante, soprattutto per avere un quadro meglio delineato su cosa pensa la popolazione russa sulle sigarette elettroniche, viste le recenti informazioni non molto veritiere ed inesatte che svariati enti e rappresentanti politici hanno rilasciato.

Come sempre però dopo l’iniziativa ci vorrebbero anche i fatti e questi, non solo in Russia, si sono dimostrati abbastanza carenti. Non ci resta altro da fare che attendere i primi risultati provenienti da questa iniziativa per capire se effettivamente poi ci sarà o meno uno “spazio di manovra” per gli esponenti politici chiamati in causa.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Giugno 2019 14:53