Mercoledì, 26 Giugno 2019 16:12

Regno Unito: I medici informano i pazienti dei benefici delle sigarette elettroniche

Scritto da Fausto Zocco
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

I professionisti del settore sanitario del Nord Est raccomandano le sigarette elettroniche ai pazienti come alternativa al fumo.

 Sono state fornire da un gruppo dell'NHS, nel Regno Unito, le raccomandazioni e le linee guide per adottare un approccio di riduzione del danno grazie alle sigarette elettroniche. Il dott. Tony Branson, responsabile clinico della Northern Cancer Alliance, ha dichiarato:

"Con le sigarette elettroniche non c'è fumo, né catrame e monossido di carbonio. Le sigarette elettroniche stanno diventando più popolari adesso ed è importante trasmettere ai pazienti i benefici per la salute a breve e a lungo termine dall'abbandono del tabacco. "

Tali raccomandazioni si rivolgono proprio agli operatori sanitari che devono regolarmente interessarsi e discutere con i pazienti ella possibile cessazione in particolare esaminando con quest'ultimi i rischi legati alle sigarette tradizionali e proponendo alternative come le sigarette elettroniche fornendo uno strumento utile per la cessazione.

Secondo tali linee guida i pazienti devono essere informati che le sigarette elettroniche sono considerate sostanzialmente meno dannose del fumo ed il passaggio ai dispositivi riduce notevolmente i rischi per la salute. Anche chi risulta essere utente duale dovrebbe cessare di fumare per dedicarsi alla sigaretta elettronica in quanto l'uso di quest'ultima affiancandola al fumo non porta benefici.

La cosa più importante è come queste raccomandazioni mettano al primo posto la sigaretta elettronica come strumento a rischio ridotto che non soddisfa le odierne definizioni di fumo della quale non ci siano prove di danno derivanti all'esposizione anche al fumo passivo.

In quanto usate quasi esclusivamente dai fumatori e dagli ex fumatori per aiutare i fumatori a smettere di fumare e a non fumare non è necessario che vengano assimilate alle sigarette tradizionali pertanto i luoghi dove poter "svapare" dovrebbero essere differenziati rispetto a quelli dei fumatori. 

Le linee guida pertanto sono davvero chiare senza tralasciare i riscaldatori dove i pazienti devono essere informati che i prodotti "Heat-not-Burn" contengono tabacco, quindi non sono raccomandati e l'uso di questi prodotti non dovrebbe essere consentito nei locali e terreni della NHS.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Giugno 2019 16:11