Martedì, 02 Luglio 2019 17:15

Giappone: Registrato un importante calo nelle vendite di sigarette tradizionali

Scritto da G. Marangon
Copyright: Skyvape.it Copyright: Skyvape.it Skyvape.it

In Giappone si registra un importante calo nelle vendite di sigarette tradizionali, calo generato dall’arrivo sul mercato di IQOS che non è una vera sigaretta elettronica.

Philip Morris International (PMI) commercializza il suo dispositivo iQOS come un'alternativa meno dannosa alla sigaretta tradizionale, questa non è altro che un riscaldatore di tabacco che funziona grazie a delle ricariche chiamate “heets” che contengono all’interno del tabacco il quale appunto viene successivamente riscaldato e fumato dall’utente.

Lo studio intitolato "Effect of IQOS introduction on cigarette sales: evidence of decline and replacement", ha lo scopo di determinare se l'introduzione di IQOS ha influito sulle vendite di sigarette tradizionali nel mercato giapponese. Nello specifico, sono stati messo a confronto i dati inerenti alle vendite di sigarette nel periodo 2014-2018.

I risultati hanno indicato che effettivamente le vendite di sigarette hanno cominciato a diminuire notevolmente al momento dell'introduzione di iQOS in ciascuna delle 11 regioni giapponesi. Tuttavia, seppur si tratti di un aspetto sicuramente positivo, i ricercatori hanno affermato che attualmente sono necessari ulteriori accertamenti inerenti agli effetti che l’IQOS potrebbe avere sul popolo giapponese visto che sino ad ora le ricerche condotte non hanno ancora portato a dei risultati certi.

Purtroppo quindi, la recente ricerca svoltasi in Svizzera e all’interno della quale si è scoperto che i riscaldatori di tabacco iQOS di PMI sono risultati tossici (presenza di isocianati) dopo test di laboratorio commissionati dalla Croce Blu di Berna-Soletta-Friburgo, sembra non voler essere presa in considerazione.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

 

Ultima modifica il Martedì, 02 Luglio 2019 18:04