La NIC H2O è idonea nell'utilizzo del settore del vaping e conforme agli standard delle normative vigenti in materia e lo chiarisce BlendFeel con un comunicato.

“La NIC H2O conosciuta anche come "nicotina in acqua" ha portato tante opinioni divergenti sul suo utilizzo.

A partire dal Vapitaly 2017, quando fu presentata e successivamente commercializzata, la NIC H2O è stata più volte controllata relativamente alla sua conformità fiscale e tecnica da parte degli organi preposti, compreso per ultimo il Ministero della Salute che ha concluso le attività ispettive nel luglio 2018, I controlli già avvenuti da parte di AAMS, Guardia di Finanza, ARPA e nuclei NAS in tutta Italia non hanno prodotto come noto contestazioni. “- commenta Renzo Cattaneo.

Ebbene ieri è arrivata da casa BlendFeel la comunicazione ufficiale che tutto è a norma e che tale sostanza è idonea per l'utilizzo senza ulteriori contrapposizioni in merito (A quanto Blendfeel ci comunica).

Renzo Cattaneo (BlendFeel) si dichiara soddisfatto degli sforzi per portare qualcosa di nuovo nel vaping italiano, ed europeo, per poter offrire un prodotto che sul mercato può aiutare a cambiare prospettive e ideologie sull'utilizzo della nicotina.

"La nicotina è pericolosa e quindi bisogna trattarla con rispetto ed attenzione facendo una corretta informazione. Siamo fieri di aver avuto - finalmente -  la possibilità di poter dire che è stata una buona invenzione per il settore, utile ancora per più persone a passare al mondo delle sigarette elettroniche". - chiarisce Renzo Cattaneo

E' possibile consultare il sito web BlendFeel per avere ulteriori delucidazioni.

 

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.