Si chiama "riavviamo il centro" il bando di concorso per il 2018 indetto dal Comune Di Castelletto Sopra Ticino in provincia di Novara che esclude le aperture dei negozi di sigarette elettroniche.

Iniziativa lodevole quella del Comune (in foto) che anche quest'anno non manca all'appuntamento con il bando di concorso per rivitalizzare il cuore del paese tra le vie Marconi e Gramsci con l’obiettivo di favorire l’insediamento di esercizi di vicinato, attività di somministrazione, artigianato di servizio e artigianato di produzione.

Sono escluse dal contributo (secondo l'articolo 5 del bando) le attività commerciali che esercitino, ancorché in misura non prevalente, il commercio di armi, munizioni, fuochi d’artificio, articoli per adulti, sigarette elettroniche, distributori automatici, sale gioco, sale scommesse, agenzie di affari, attività finanziarie e intermediazione mobiliare e immobiliare, compro oro, argento e preziosi.

L’iniziativa, promossa in collaborazione con Confcommercio Alto Piemonte, Cna Piemonte Nord e Confartigianato imprese Piemonte orientale, è consultabile nel sito del comune dove la somma di 27.000 euro verrà stanziata - alle attività assegnatarie -  nell'arco del triennio sotto forma di contributo a fondo perduto (4mila euro per il primo anno, fino ai 3mila per il secondo e fino a 2mila per il terzo).

Questo contributo è concesso a un numero massimo di tre attività ed è possibile accedervi anche spostando la propria attività commerciale da un’altra zona del paese alle vie Marconi e Gramsci. 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.