Il personale della Squadra Mobile, nei giorni scorsi, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare con collocamento in comunità, emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Venezia.

Avevo sottratto ad un coetaneo una sigaretta elettronica del valore di 130 euro picchiandolo ed utilizzando il " branco" di cui faceva parte come garanzia che il tutto passasse inosservato; un cittadino, all'epoca dei fatti minorenne ma adesso maggiorenne, di origini africane.

La rapina si era consumata in piazza Borsa a Treviso e per questo il ragazzo è stato indagato per rapina aggravata e lesioni ai danni di un minore. Il giovane, sempre da minorenne, si era reso protagonista anche di un furto aggravato in una abitazione a Preganziol.

Il personale della Squadra Mobile, nei giorni scorsi, ha dato esecuzione ad  un’ordinanza di misura cautelare con collocamento in comunità, emessa dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Venezia a carico del cittadino, adesso maggiorenne, che aveva compiuto i reati.

Considerata la pericolosità sociale, il giovane è stato collocato presso il Centro per la Giustizia Minorile di Venezia in provincia di Fermo.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.