I rumors sono confermati. Dopo essere entrata nel mercato europeo in Regno Unito, Francia, Svizzera e Germania, JUUL arriva in Italia.

Le indiscrezioni erano tante, e dopo essere entrata a pieno titolo nel mercato europeo ci si attendeva, oltremodo, l'ingresso anche in Italia. JUUL, la sigaretta elettronica pod-mod americana, entra in Italia e una conferenza in programma la prossima settimana ,lunedì 21, ne detterà l'ufficialità.

Alla conferenza di presentazione riservata alla stampa interverranno i due fondatori Adam Bowen e James Monsees dove per  l’Italia parteciperà il direttore generale JUUL Labs Italia Cristina Santucci.

Presenti inoltre, come ospiti, il professor Riccardo Polosa, direttore del CoEHAR, Centro per la Riduzione del Danno da Fumo e docente di Medicina Interna dell’Università degli Studi di Catania e Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research, che presenterà i risultati di una ricerca condotta su un campione di 4000 fumatori italiani.

JUUL Labs, azienda che produce la sigaretta elettronica JUUL che utilizza nelle ricariche (pod) sali di nicotina, è entrata nel mercato delle sigarette elettroniche negli Stati Uniti nel 2015 scorporandosi da PAX Labs nel 2017. Diventata, in pochissimo tempo, la sigaretta elettronica più popolare negli Stati Uniti alla fine del 2017 e ha una quota di mercato del 72% a settembre 2018.

"Testo approvato dall'ufficio stampa JUUL"

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.