Emerge dalla prima mappa italiana del vaping. Molise e Abruzzo sono le due regioni d'Italia dove si usano di più le sigarette elettroniche.

Molise e Abruzzo sono le due regioni d'Italia dove è maggiormente diffusa la sigaretta elettronica; questo è il risultato della prima mappa italiana sull'utilizzo dei dispositivi per chi cerca o sta cercando di smettere con il fumo.

La ricerca è stata commissionata da Imperial Brands, il gruppo che distribuisce a livello internazionale myblu®, e alle due regioni seguono a ruota Campania (13%), Lazio  ed Emilia Romagna (12%), Toscana, Puglia e Lombardia (10%) e Triveneto (9%). La classifica prosegue poi con le altre Regioni del Sud (Sicilia e Basilicata/Calabria al 9%) e l’area del Nord-Ovest (Piemonte/Valle d’Aosta e Liguria all’8%). In fondo alla classifica la Sardegna (7%) e la zona delle Marche e dell’Umbria (5%).

I dati sono stati elaborati dall'istituto GFK e fanno riferimento all'anno 2018 testimoniando la diffusione del vaping soprattutto nelle due regioni capolista, l'obiettivo è quello dii mappare per la prima volta la diffusione del fenomeno in Italia anche se (dal riquadro sopra riportato a cura di QuotidianoMolise) i dati per quanto riguarda i fumatori non sono per nulla incoraggianti in quanto anche se si vede che il vaping è diffuso nel Paese i fumatori continuano a desistere dall'utilizzo degli strumenti a rischio ridotto.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.