Si conclude l'Exvapo tra pro e contro; tra contenti e malcontenti. L'idea di una fiera fatta di altro ma supportata fino alla fine.

Riceviamo e pubblichiamo le opinioni e le conclusioni del nostro collaboratore Dexter Vape presente all'evento Exvapo 2018.

Quella di Napoli è stata un'esperienza diversa dall'ordinario, abbiamo assistito ad un evento senza gran parte degli espositori. All'appello erano assenti importantissimi marchi tra i quali Dea, Vaporart, La Tabaccheria, BlendFeel, BandZ e marchi minori.

Chiaramente un'esposizione senza questi 4 produttori è un'esposizione orfana di un qualcosa; sarà che siamo abituati a vedere il doppio degli stand e ricevere il doppio dei Gadget ad avere il doppio dei soldi che girano ma questa volta seppur sono rimasto soddisfatto ho vissuto un momento di nostalgia.

Possiamo tranquillamente affermare che è stato l’Expo dei personaggi di Facebook, forse per mancanza di novità gli organizzatori hanno ben pensato di riempire gli stand con i volti noti del panorama mediatico.

A mio avviso comunque troppe fiere tendono a stancare e resto dell'idea che la vera fiera resta il Vapitaly a Verona. Comunque tra gli stand che ho girato come svapatore mi sento di premiare quelli che secondo me sono stati tra i migliori e vi stilerò una classifica motivandola ampiamente.

Chiaramente non mi sono presentato come Editor di un Blog ma sono andato in incognita provando e riprovando cose che svapo da anni per valutare la professionalità delle ditte. Prima su tutti inserisco il Vaporificio e lo metto al primo posto perché il loro stand era presenziato da persone totalmente sconosciute, sono stato accolto in maniera esemplare ed il personale dietro al bancone era estremamente qualificato e riusciva a dare spiegazione esaustiva su ogni tipologia di tabacco ed il come e dove gustarlo.

Tra le loro novità posso dire di essere stato impressionato dalla Vaniglia Bourbon ( la migliore vaniglia esistente) ed il IsfahaniTombac tabaccoso di matrice Orientale.

Tra i vari stand c'è stata anche la grande presenza del gruppo Facebook Svapo Family Group presenti negli stand di IRON VAPER e Smo-king.

Il gruppo diretto da Stefano Porcelli ha partecipato anche al lancio dei Gadget sul palco ed hanno resa attiva la giornata di domenica!

Ma quello che mi ha maggiormente impressionato è una novità, il Kentucky affumicato. Un kentucky curato nella stessa maniera del Latakia. Liquido chiaramente non All’ day ma di una bontà unica. Diciamo che il Vaporificio è sempre stata una casa professionale per quanto riguarda le estrazioni di Tabacco.

Al 2 posto inserisco lo stand di Azhad'sElixir, il produttore romano possiamo dire che ha dominato questo expo con ben 15 metri di bancone ed una trentina di prodotti a disposizione. Sono stato fortemente attratto dalla linea Bacco e Tabacco ed in particolare da due prodotti dei quali ne ho acquistato 1.

Lo scottish, credo che questo liquido del quale possedevo l'aroma ( che risulta totalmente diverso) sia il liquido più equilibrato e delicato dell’intero expo del 2018 a Napoli. Una miscela di tabacchi turchi ed orientali che si sposano con lo scottish, gusto estremamente delicato e di classe.

Anche qui gli operatori dello stand erano molto preparati ed Azhad's si è servito di parte dello staff di svapo di guancia per le delucidazioni sui tabacchi e sistemi di svapo.

Poi l’amaretto che non ho acquistato ma era altrettanto valido. Un bel terzo posto come professionalità lo diamo alla Suprem-E ditta professionale, veloce, soprattutto in ambito territoriale. Hanno presentato il Victory tre tipologie di tabacco che a breve saranno disponibili nei negozi e riproposto il 365, il first Pick, il Magic e gran parte della loro produzione con alla riserva che ci saremmo aggiornati su eventuali novità.

4 posto pieno alle officine svapo, stand dominato dalla calma e tranquillità, la visione delle e-pipe è tabacco Brebbia da poter odorare sul momento mi ha rimandato ad immagini lontane. Nulla a che dire sulla loro professionalità. L'operatore non era un ragazzo ma un signore abbastanza navigato capace di comprendere l'esigenza dello svapatore amante di tabacco.

5 posto mi sento di darlo ad IRON VAPER in tenuta strettamente militare con ragazzi muniti di gradi che rispondevano ai comandi. Stand veramente allegro. Ho visto che nei loro stand veniva promossa una nuova linea da CloudChasing suddivisa in 4 liquidi dei quali vi parleremo in seguito.

Per quanto riguarda la situazione negozianti il re indiscusso dell'evento è stato Adriano di Ianne anche lui con 15 metri di bancone e tutto il necessario per poter affrontare un evento di 3 giorni. A prima visione del suo stand mi sono chiesto se si fosse spostato con un bilico per l'esposizione.

Come novità ha presentato la sua nuova box dna 75 circuitata bottom Feedered un'atomizzatore MTL che verrà recensito dal gruppo Facebooksvapo di guancia.

Per il resto posso dire che gli stand erano comunque minori e poco frequentati, si è sentita la grande mancanza di troppi espositori.

Quindi dovremmo chiederci se questi eventi non sposati da tutti siano o no fondamentali oppure vadano a danneggiare la vera e propria fiera.

Per quanto riguarda la mia esperienza è tutto.