Svapoweb sempre più internazionale.
L’azienda sannita, leader nel settore delle sigarette elettroniche, allarga la sua presenza anche in territorio extra nazionale.
Dopo lo “store” spagnolo di Alicante, infatti, è prossima l’inaugurazione di un nuovo esercizio (anzi, di due) in un ulteriore Stato europeo.
E che Stato.
Una delle perle del Mediterraneo, in particolare, l’isola di Malta, crocevia del turismo dei cinque continenti, sta per tingersi di arancione.
Saranno ben due i punti Svapoweb ad essere inaugurati in terra maltese: uno a Gzira e l’altro a Sliema, cittadine isolane rispettivamente di 11.000 e 22.000 abitanti.
Due “punti” per uno stesso imprenditore: a lanciare i due Svapoweb store sarà Paolo Parisi, già da cinque anni titolare di negozi di sigarette elettroniche a Malta e da otto attivo nel settore del vaping.

BOVE “2021 INIZIA IN MODO LUSINGHIERO”

“Il 2021 inizia in modo lusinghiero per la nostra azienda, in perfetta continuità con quello appena conclusosi – così sottolinea il Ceo di Svapoweb, Arcangelo Bove – La prossima inaugurazione di due store nell’isola di Malta è cosa che colma di orgoglio il nostro marchio.
Dopo la capillarizzazione sul territorio nazionale, cominciamo a guardare all’Estero come nuova area di marketing.
E siamo sicuri che la qualità e la competitività economica dei nostri prodotti riusciranno ad aprirsi – e bene – ampi margini di mercato anche al di fuori dei confini nazionali.
E’ uno stimolo, è una occasione che ci porterà a misurarci con nuove realtà, nuovi contesti, nuove esigenze.
Ed il confronto, l’allargamento del ventaglio di esperienze, è sale per la crescita della nostra imprenditorialità.
Siamo, comunque, curiosi e incredibilmente motivati da questo nuovo momento internazionale”.

“Non voglio essere ripetitivo – prosegue Bove – ma devo sottolineare il gran lavoro che il team tutor-franchising sta ponendo in essere.
I miei complimenti – 
la conclusione dell’imprenditore sannita – agli storici Salvatore Caroleo ed Antonio Esposito, ai nuovi responsabili Antonio Ferrara e Rudy Russo nonché alla preziosa Roberta Siciliano”