Svelato il nuovo dispositivo di BAT (British American Tobacco) in Italia. Il dispositivo è un riscaldatore di tabacco e si chiama "GLO™".

A Torino oggi 6 Aprile 2018 è stato presentato - in anteprima sul mercato Italiano -  il nuovo dispositivo di BAT Italia che si chiamerà "GLO™" e sarà un riscaldatore di tabacco che funziona similmente alla iQOS di PMI. GLO è stato creato nel centro di ricerca di Southampton in Gran Bretagna grazie alla collaborazione di oltre cento esperti e un lavoro durato quattro anni; presentato per la prima volta nella città di Sendai - Giappone - alla fine del 2016.

In cinque mesi, il dispositivo ha raggiunto il 4,3% del mercato nipponico. Poi lo sbarco in Canada, Corea del Sud, Romania, Russia e Svizzera. Ora tocca all’Italia e in particolare a Torino che ospiterà il primo “glo Studio” del Paese, una sorta di hub dove poter conoscere l’ultimo arrivato nella famiglia Bat, disponibile anche in alcuni punti vendita selezionati.

Nell'incontro di ieri è stato evidenziato l'ambizioso piano quinquennale di investimenti della multinazionale per raccontare le strategie globali del nuovo prodotto offerto da BAT. Ad aprire la conferenza  è stato Andrea Conzonato, presidente e Amministratore Delegato di Bat Italia dal 2015 seguito dall’intervento di James Murphy, Head of Reduced Risk Substantiation, Group R&D, Gruppo Bat.

“L’Italia resta centrale nelle nostre strategie – ha spiegato Conzonato – tre anni fa abbiamo lanciato un piano di investimenti da 1 miliardo in 5 anni. Siamo in linea con le previsione di spesa: fra il 2015 e il 2017 abbiamo investito 616 milioni, di cui duecento solo nello scorso anno”. E su glo™ ha detto: “Siamo arrivati dopo rispetto alla concorrenza perché volevamo sviluppare un prodotto con caratteristiche importanti, anche a livello di facilità di pulizia e di utilizzo”. -  Commenta a Formiche.net.

Cos'è allora GLO?

E' un dispositivo definito "riscaldatore di tabacco" che produce dal 90 al 95 percento in meno di sostanze tossiche rispetto alle tradizionali sigarette - assicura James Murphy - gli stick di tabacco inseriti in Glo riscaldano il tabacco ad una temperatura di 240 gradi. 

“Le ricerche scientifiche di cui disponiamo ad oggi ci confermano che la tecnologia sviluppata potrebbe ridurre significativamente i rischi per la salute rispetto al fumo”, spiega Murphy.

“Vogliamo trasformare il mondo del tabacco, dare ai consumatori la possibilità di scegliere prodotti di nuova generazione a potenziale rischio ridotto rispetto al fumo. E questo è solo l’inizio, nei prossimi anni questa innovazione continuerà senza sosta”. - commenta Andrea Conzonato, Presidente e AD di British American Tobacco Italia.

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche