L'emendamento non ha passato il vaglio dell'ammissibilità. Si potrà richiedere un ricorso da parte dei gruppi parlamentari entro le 20.

Non ci sarà la riduzione delle tasse sulle sigarette elettroniche. La proposta della maggioranza di cancellare la “tassa sull’acqua” rientra tra i circa 180 emendamenti al decreto dignità che non hanno passato il vaglio dell’ammissibilità. Alle commissioni Finanze e Lavoro della Camera restano da esaminare comunque circa 670 emendamenti, sui quali si dovrebbe iniziare a votare martedì. [Lo afferma il fatto quotidiano]

Nel Mentre si attendeva con ansia il poter esultare di gioia non ci sarà infatti la riduzione delle tasse sulle sigarette elettroniche. L'incompatibilità con il decreto proposto è la motivazione che è stata data.

Proprio nell'intervista data al Corriere della sera e pubblicata oggi, il ministro aveva affermato: "Una follia introdotta da Gentiloni che mette a rischio migliaia di posti di lavoro è la tassa sulle sigarette elettroniche, cercheremo di toglierla". [Huffingtonpost.it]

I gruppi parlamentari hanno tempo sino alle ore 20 per provare a fare un possibile ricorso. Domani si potrà sapere se verranno inseriti nuovamente oppure definitivamente eliminati dalle speranze del settore (per il momento).

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.