"Congelato (o meglio "Dilazionato") il pagamento dell’ imposta di consumo sulle sigarette elettroniche fino al prossimo 18 dicembre".

Passato con 329 voti favorevoli, 220 contrari e 4 astenuti nell'aula della Camera, il Senato - in terza lettura con 151 voti favorevoli, 93 contrari e due astenuti - ha oggi approvato il Milleproroghe. All'interno del decreto era presente il  "congelamento del pagamento delle imposte di consumo sulle sigarette elettroniche" fino al prossimo 18 dicembre.

Il provvedimento, convertito dal Senato dopo il passaggio alla Camera, ha ottenuto l'ok definitivo. 

In pratica la norma inserita nel decreto Milleproroghe non sospende nessuna tassa ma la congela sino al 18 dicembre 2018 e tale norma riguarda solo i distributori fiscali e non i consumatori o i negozianti. Ma andando nello specifico "la sospensione del pagamento" (i DF non sarebbero tenuti a versare l'imposta sino al 18 Dicembre 2018) implica un dato di fatto; se entro tale giorno di "proroga" non accade nulla, le aziende saranno tenute a versare in una unica soluzione, entro la fine di dicembre, l'imposta incassata derivante dalle entrate delle imposte delle vendite che vanno da (fine) settembre al 18 dicembre. 

E se dovesse accadere l'inverosimile, come più volte annunciato, che fine faranno le somme accantonate dalle aziende? 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.