Durante l'attesa diretta di oggi alle 12 di Radio Città Aperta dove si parlava di sigarette elettroniche e dell'imposizione di regolamenti dal 2014 ad oggi la Senatrice Comaroli (Lega) si appella alla legge di bilancio.

Rimettere mano alla tassazione così come era stato promesso sembra essere l'unica possibilità per poter uscire dal baratro di una regolamentazione non adeguata in Italia. Oggi la Senatrice Silvana Comaroli della Lega è intervenuta durante la diretta di Radio Città Aperta (alle 12) mostrando gli intenti per poter ovviare al problema che sta affliggendo il settore.

Le associazioni si mobilitano, i politici tacciono ma la Comaroli dà "forse" delle speranze di apertura e di cambiamento.

“Nella legge di bilancio rimetteremo mano alla tassazione. L'ipotesi è quella di mantenerla, ma abbassarla tra il 5 e il 10 per cento rispetto all'importo di quella relativa al tabacco"

 “Noi consideriamo le sigarette elettroniche come un sistema alternativo al fumo e chiaramente meno dannose. E’ stato folle negli anni passati voler tassare i liquidi senza nicotina o i dispositivi che non hanno a che fare con il tabacco."

Dalle parole della senatrice si evince la volontà di non eliminare l'imposta ma di abbassarla "Un minimo è corretto" - commenta la Senatrice.

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.