Ritoccate le aliquote dell'imposta di consumo. Anche se minimo l'aumento rimane sempre legato alle accise sul tabacco.

A decorrere da oggi (16 gennaio 2019) scatta il primo aumento dell'aliquota dell'imposta di consumo:

Ai sensi dell’articolo 62-quater, comma 1-bis, del decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, e successive modificazioni, sui prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, esclusi quelli autorizzati all’immissione in commercio come medicinali ai sensi del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219, e successive modificazioni, si applica l’imposta di consumo pari, rispettivamente, a € 0,082074 il millilitro  ( con nicotina basi comprese) e a € 0,041037 il millilitro (senza nicotina basi comprese)

Si passa pertanto ad un aumento di 0.00201 € e 0.001005 € rispettivamente per liquidi con e senza nicotina (si passa così da € 0,080064 il millilitro e a € 0,040032 il millilitro all'attuale imposta di consumo).

Come definito nell'articolo precedente, l'imposta aumenta in quanto legata alle accise sul tabacco (prezzo medio ponderato).

(https://www.adm.gov.it/portale/documents)

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.