Il nuovo governo prepara nuovi prelievi sul tabacco e su prodotti legati al fumo, sigarette elettroniche e riscaldatori.

Nel dettaglio il governo, come già da noi anticipato, sta studiando un piano che va a rimodulare in modo consistente il gettito dello stato riguardo ai vari prodotti del mondo del tabacco. Una strategia che potrebbe portare entrate quantificate in parecchi milioni di euro nelle proprie casse. Ma non saranno solo questi i rincari volti a portare "denaro" in quanto i giallorossi sono a caccia anche di altre risorse erariali sulle slot machine, il settore bancario e quello assicurativo anche se, a quanto sembra, in tutti i casi i ricavi non sarebbero comunque sufficienti per coprire e raggiungere il target prestabilito. E se tassano anche gli aromi (una nostra opinione), cosa che andrebbe ad incidere fortemente sul settore,  come si farà a distinguere tra gli aromi alimentari e quelli per le sigarette elettroniche?

In un Governo "tassarolo" del M5s e Pd , come ribattezzato pochi giorni addietro, da IlGiornale, adesso è pronto e la legge di Bilancio che arriverà questo autunno e di fatto metterà a dura prova le tasche degli italiani già stremate in modo consistente da una pressione fiscale ormai alle stelle.

Se pensavate che tutto fosse finito e che ormai del settore delle sigarette elettroniche si fossero dimenticati adesso bisogna ricominciare la battaglia che parte da ottobre e finirà a fine dell'anno corrente.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.

  

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche