Il divieto di vendita per gli shop on-line rimane vigente anche senza sanzione. Una legge imperfetta non preclude la sua funzione.

E' giusto evidenziare le lacune giuridiche delle norme ma bisogna sempre affacciarsi non solo al mero intuito o alla mera interpretazione ma anche alla giuridicità e alla legittimità della norma stessa. Oggi il quotidiano Sigmagazine ha proposto un articolo dal titolo "Sigarette elettroniche, errore nella legge riabilita shop online" [Stefano Caliciuri - 16 gennaio 2016]  mettendo in risalto come la legge possa definirsi imperfetta. Noi di Skyvape dopo un attento esame del  problema abbiamo studiato l'emendamento e le relative sanzioni applicabili traendone le conclusioni sotto riportate dove una legge anche se imperfetta può trovare ambito di applicazione.

Esprimiamo quindi il problema e traiamone una conclusione, conclusione a cui tutti possono arrivare leggendo on.line il materiale sotto riportato.

L'emendamento Rotta-Boccadutri approvato nel bilancio 2018 che modificò l'emendamento Vicari recita quanto segue:  “È vietata la vendita a distanza di prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, ai consumatori che acquistano nel territorio dello Stato“.

Ebbene successivamente si vanno ad affermare le sanzioni che sono previste per la non applicazione -  da parte delle aziende (in questo caso) -  che vendono tali prodotti on-line, ma le sanzioni per l'emendamento sopra citato, sia chiaro,si affacciano solo ed esclusivamente ai liquidi con nicotina senza dunque determinare una sanzione vera e propria per la vendita di quelli senza. Chiamasi "LEGGE IMPERFETTA" ma è bene chiarire il concetto con spiegazione di cosa si intende con questo termine.

Le norme imperfette sono quelle non munite di sanzione. Queste norme, quindi, prevedono un obbligo giuridico, ma non stabiliscono nessuna sanzione nel caso in cui l'obbligo non venga rispettato. 

Il Legislatore ha sbagliato? Non essendo prevista una sanzione la legge non è valida? Possono i siti web mettere on-line i prodotti senza nicotina perchè tanto non c'è sanzione? Ebbene l'argomento non è così semplice da spiegare in due righe ma facciamo un esempio pratico che viene espresso in qualsivoglia caso giurisprudenziale, sia di studio che altro:

Esempio: l'art.315-bis del Codice civile, ultimo comma, recita:"Il figlio deve rispettare i genitori e deve contribuire, in relazione alle proprie capacità, alle proprie sostanze e al proprio reddito, al mantenimento della famiglia finché convive con essa".

La norma in questione contiene un comando, quello di rispettare i genitori e di contribuire al mantenimento della famiglia, ma non prevede nessuna sanzione nel caso in cui ciò non avvenga.

Risulta inefficace? Specifichiamo allora la sanzione...

In particolare la sanzione è espressione della imperatività dell'ordinamento giuridico in quanto in grado di imporre con forza l'osservanza della norma e dunque la tenuta della stessa organizzazione sociale (c.d. coercibilità o coattività). La sanzione ha una funzione punitiva per chi viola il precetto e perciò ha uno scopo dissuasivo della violazione.

Esiste una tipologia di sanzioni in funzione alla ragione della comminatoria stessa, che si svolge in una fondamentale dicotomia: norme di diritto materiale o strumentale che sono presidio della organizzazione sociale e dell'attività giuridica.

La reazione dell'ordinamento per l'inosservanza delle norme di diritto strumentale è la inefficacia in senso ampio dell'atto compiuto e non si producono pertanto e vengono successivamente eliminati gli effetti .

Per le norme di diritto materiale invece dette anche proibitive la reazione dell'ordinamento è la lesione di un interesse giuridicamente protetto è la imposizione dell'obbligo di risarcimento del danno prodotto.

Fatto salvo il diritto del legislatore a far proprie le sue ragioni chiunque ne avesse possibilità potrebbe interpretare nella scelta di non inserire sanzioni il principio del Sillogismo per il quale equiparando i liquidi con presenza di nicotina a quelli senza le sanzioni dell'una potrebbero essere equiparate con le altre.

Qual potrebbe essere allora la motivazione di tale svista? Sempre che svista si tratti... oppure  si trova applicazione della sanzione nelle norme che regolano i liquidi con nicotina secondo quanto sopra descritto?

 

Rimane quindi sempre attivo il divieto di vendita on-line senza sanzioni. Vedremo in seguito come si comporterà l'ordinamento a questa lacuna presentatasi anche se, se si volesse porre rimedio al disguido il legislatore dovrà intervenire con un provvedimento.