Parla Elisabetta Robotti presidente di ANIDE sull'incontro di ieri al Ministero della salute che ha accolto le 8 associazioni a tutela del settore dello svapo in Italia.

Elisabetta Robotti, presidente di ANIDE, oggi dichiara "Sono assolutamente felice delle premesse che sono state poste" nell'incontro avuto ieri con l’on. Faraone e il dott. Avellone del Ministero a cui hanno aderito le 8 associazioni di categoria a difesa del vaping in Italia Aise, Anide e UniEcig per i negozianti; Coiv per i distributori; Anafe ed Eim per i produttori; Vapit e Anpvu per i consumatori a cui ha dato importante supporto LIAF (Lega Italiana Antifumo). Presenti anche Ribilio e Fontem Ventures.

La sensazione dopo l'incontro al Ministero della Salute è quella di essere stati ascoltati, per la prima volta dopo anni, con il sincero intento di acquisire con consapevolezza la conoscenza del prodotto. Ci è stato promesso di "apparecchiare" un tavolo tecnico in tempi brevi, subito dopo l'insediamento del nuovo Governo e ci è stato richiesto di partecipare attivamente portando la nostra esperienza a guida dei lavori.

Alla domanda "Cosa si può fare per la tassazione e per il Decreto Direttoriale AAMS? Elisabetta Robotti risponde: "Stiamo creando le basi per intervenire sull'imposta dimostrando la diminuzione del danno, se il materiale che valuteranno  ( fornito essenzialmente da LIAF) sarà a nostro favore sicuramente interverranno."

Articolo collegato: EIM: Resoconto dell'incontro al Ministero della Salute di giorno 10 Aprile 2018.

Articolo collegato: Otto associazioni a difesa del vaping ospiti al Ministero della salute martedì 10 Aprile 2018


 

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche