L'incontro voluto fortemente da EIM ha già visto dichiarazioni da parte di ANIDE ed adesso è Liaf (Lega italiana antifumo ad informarci di quel che si è parlato)

In un articolo pubblicato ieri di "Valeria Nicolosi" si legge:

Valuteremo il report con le ultime evidenze scientifiche internazionali presentato dalla Lega Italiana Anti Fumo e già nelle prossime settimane ci impegneremo a condividere insieme a voi un nuovo percorso per una giusta regolamentazione delle sigarette elettroniche” - dichiarano i tecnici del Ministero della Salute (alla presenza del Sottosegretario alla Salute,  On. Davide Faraone e del Dr. Ruggero Avellone) durante l'incontro tenuto Martedì 10 Aprile 2018 nella sede romana di via Lungotevere promosso dall’associazione EIM con presenti anche Anafe, Anide, Uniecig, Coiv, Anpvu, Vapit e Aise. Oltre che ad alcuni rappresentanti di  Fontem Ventures. 

“Nell’attesa di una nuova fase governativa, siamo qui ancora una volta per ascoltare le vostre proposte e cercare insieme di trovare una soluzione che possa essere condivisa anche con l’Istituto Superiore di Sanità” – ha affermato Faraone.

Non appena la situazione politica lo consentirà - ha dichiarato il Ministero - procederemo ad incontri tecnico scientifici finalizzati all'accertamento sia della riduzione del danno che dei criteri di valutazione dei liquidi. Importante è stato il punto di "eliminazione dei rischi dell'avvicinamento dei giovani al fumo".

L'impatto è chiaro, il Ministero è disponibile.  “Ci auguriamo che le autorità sanitarie non si ostinino a restare sorde davanti all’intera comunità scientifica internazionale che continua a dimostrare l’efficacia delle sigarette elettroniche nella riduzione del danno derivato dal fumo di sigaretta convenzionale, condannando in questo modo il settore ad un lento ed inesorabile oblio” - commentano le associazioni.


ANIDE: "Parla Elisabetta Robotti" - L'incontro di ieri è stato "fruttuoso per il settore"

EIM: Resoconto dell\'incontro al Ministero della Salute di giorno 10 Aprile 2018.