Le domande sono state tante, dal tempo che impiega AAMS a mandare l'autorizzazione ai controlli successivi all'ottenimento. Ecco cosa contiene l'autorizzazione.

Il Titolare (che ha spedito la domanda giorno 16 Aprile 2018) ha ricevuto stamane l'autorizzazione ed è stato repentino nell'inviarcela. Oltre all'autorizzazione presente anche la lettera accompagnatoria che recita quanto segue:

In accoglimento della Sua istanza si trasmette l'unita autorizzazione che dovrà essere apposta all'interno dell'esercizio.

Si rammenta l'onere di tenuta delle scritture contabili obbligatorie dalle quali risultino i valori delle vendite dei prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina e dei dispositivi meccanici ed elettronici, comprese le parti di ricambio, che ne consentono il consumo, avvalendosi, qualora di documentazione contabile riepilogativa e di concordanza al fine di determinare la prevalenza di tale valore rispetto a quello delle vendite delle eventuali attività dell'esercizio e che devono essere rese disponibili agli uffici dei monopoli nell'ambito dell'attività di controllo di competenza.

Si rammenta inoltre l'obbligo di comunicare allo scrivente Ufficio entro 15 giorno la modifica che dovesse eventualmente intervenire relativamente a:

a) la denominazione della società e/o della ditta titolare dell'esercizio di vicinato, la sede legale, i, numero di partita iva, il codice fiscale e le generalità complete del legale rappresentante.

b) le generalità complete delle persone eventualmente delegate alla gestione dell'esercizio

c) il comune, la via ed il numero civico o la località in cui è ubicato l'esercizio

Nel caso non sussistesse o venisse meno lo status di vicinato l'autorizzazione dovrà essere restituito all'ufficio

Alla scadenza dell'autorizzazione , la stessa può essere rinnovata per un altro biennio presentando istanza di rinnovo almeno trenta giorni primadella scadenza dell'autorizzazione medesima.

Qualora in esito di controllo sulle autocertificazioni prodotte, dovesse riscontrarsi una causa di concepibilità dell'autorizzazione, si provvederà ad emettere provvedimento di decadenza salvi gli effetti penali per le dichiarazioni false o mendaci.

L'unica precisazione che mi sento di fare è che il responsabile dell'ufficio AAMS di Forlì si è raccomandato di tenere a portata di mano, in ogni momento, qualsiasi documento utile ad eventuali controlli, i quali si verificheranno con cadenza periodica. -  ha commentato Gabriele Betti - rappresentante legale.