Vince la Titanium Srl produttrice del Vampire, l’inibitoria della protrazione di ogni attività illecita e il ritiro dal commercio dei prodotti contraffatti, con la fissazione di una penale e la pubblicazione del provvedimento.

Il ricorso cautelare depositato in data 28/03/2018 - con il quale la società Titanium srl, affermandosi titolare del modello industriale comunitario n. 004023281-0001 registrato in data 30/5/2017 presso l’EUIPO avente ad oggetto un “atomizzatore per sigarette elettroniche” prodotto e commercializzato dalla stessa ricorrente con il nome “Vampire”, lamentava la commercializzazione di un prodotto costituente una copia, identica nel design, del suddetto modello registrato - è stato vinto. 

La violazione di propri diritti va subita per essere pesata. Sebbene fossi un modestissimo modder semisconosciuto quando Vampire II fu clonato, non ebbi dubbi su quale fosse la strada da seguire, checché costasse, perché doveva esserci giustizia nei confronti del mio impegno, di quello dei miei clienti e persino verso coloro che con la modesta spesa di un clone potrebbero piuttosto appropriarsi di un pezzo con degni tratti di originalità, per quanto economico.
Ho dovuto lavorare duramente e scoprire che siti cinesi colossali rispettano la proprietà intellettuale più che molti italiani e la cosa mi ferisce.
Sono davvero grato a tutti coloro che hanno condiviso le mie pene, aiutandomi, spinti da sincero senso di giustizia e ciascuno come poteva: davvero in molti si sono stretti attorno a me e vorrei condividere con loro questo momento.
Vorrei infine ringraziare sentitamente l'Avv. Iacopo Annese, il cui contributo è stato decisivo per l'ottenimento di questo risultato.
Da modesta presenza nel mondo dello svapo, spero di aver dato un contributo affinché il nostro ambiente possa continuare a crescere in un clima di collaborazione e correttezza. - Commenta Carlo Alberto Menon, amministratore di Titanium Srl e progettista di tutti i prodotti marchiati Oxygène