Paola Binetti (UDC) inserisce nell'articolo 10 del ddl l'estensione del divieto di fumo nei luoghi in cui si svolgono giochi d'azzardo anche per le sigarette elettroniche.

E' il sito Jamma.tv che ne da' notizia e tralasciando il vero e proprio ddl è giusto portare a conoscenza tale regolamentazione.

Con disegno di legge (ddl), o anche proposta - o progetto - di legge (pdl), nel diritto, si intende un testo con cui si progetta l'emanazione di un atto normativo di rango primario. Il testo è proposto da soggetti qualificati (di norma i parlamentari, ma spesso non solo loro) all'interno dei vari ordinamenti giuridici statali.

Nell’era multimediale il gioco d’azzardo cambia faccia e, natural­mente, nome: comprende i videopoker, le slot machines e il gioco d’azzardo virtuale (casinò virtuali, aste on line, eccetera). Oggi ai tradizionali drogati del tavolo verde si ag­giungono i drogati virtuali, quelli del video­poker, quelli che navigano nei siti di gioco virtuale su internet, ma anche quelli degli spericolati investimenti in borsa. La nuova frontiera delle patologie d’az­zardo, tuttavia, sembra essere internet”.

E’ quanto si legge nel ddl d’iniziativa di Paola Binetti (Udc) presentato al Senato e riguardante “Disposizioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico”.

Quello che a noi interessa è ricompreso nell'articolo successivo.

Art. 10. (Obblighi relativi ai luoghi in cui si svolgono attività di gioco d’azzardo)

1. In deroga all’articolo 51, comma 1, let­tera b), della legge 16 gennaio 2003, n.3, nei luoghi in cui si svolgono attività di gioco d’azzardo è sempre vietato consumare bevande alcoliche e fumare, anche in pre­senza di impianti per la ventilazione e il ri­cambio di aria. Tale divieto è esteso anche alle sigarette elettroniche.