28° puntata del 10-11-2018: Il Bezuki, un sopraffino tabacco Indonesiano.

Cari tabaccofili, oggi andremo nell’estremo sud-est dell’Indonesia, vicino all’isola di Bali per parlare della storia di un tabacco da wrapping sopraffino, il Bezuki. Esattamente ci rechiamo a sud della regione di Jember, dove viene coltivata la maggior parte del tabacco da wrapper.

Sin dal 1600, l'isola di Giava era la principale base coloniale della Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Nel Gennaio del 1800, passò di proprietà alla Repubblica Batava, poi successivamente si mutò nel Regno d'Olanda.

Annesso quest'ultimo al Primo Impero francese di Napoleone Bonaparte, Giava divenne l'obiettivo di una spedizione inglese, comandata dall'ottimo generale Auchmuty, che si impossessò dell'isola il 28 agosto 1811. Successivamente Giava tornò nuovamente in mano ai Paesi Bassi, che necessitavano di fondi onerosi per poter rifinanziare la ricostruzione dell’antico monopolio commerciale, messo in ombra dalla colonia britannica di Singapore. Questo comportò ad un aumento dei dazi e delle tasse anche ai contadini della zona, produttori di tabacco, agricoltori e semplici coltivatori di riso.

Non solo, più o meno contemporaneamente al Trattato, il governatore generale olandese van der Capellen (un politico, già ministro dell'interno del Regno d'Olanda), aggravò ulteriormente la situazione vietando di affittare direttamente le proprie terre ad Europei e Cinesi. Questi ultimi, infatti, tendevano a sostituire le tradizionali culture alimentari con ben più remunerativi prodotti da esportazione (caffè, pepe, tabacco, indaco), creando grande scontento fra i contadini. Tuttavia, veniva così a mancare un'importante fonte di reddito per la nobiltà giavanese, che manifestò un grave malcontento.

Lo scontento dei giavanesi era palpabile, esacerbato inoltre dalla terribile siccità e da un’epidemia di colera virulenta e straziante. Tutto ciò fu il preludio alla guerra.

Fu proprio sotto la colonizzazione olandese che il tabacco giavanese però arrivò in europa.

In Indonesia esistono due tipi tradizionali di tabacco scuro curato ad aria: il Sumatra che è coltivato nell'isola settentrionale omonima e il Besuki ( in giavanese con la “s” ma pronunciato con un suono che si avvicina alla “z”) che è coltivato nell'East Java.

Tuttavia alcune compagnie di tabacco hanno recentemente sperimentato la coltivazione di semi di Sumatra in East Java (più tardi conosciuti come TBN, Tungakau Bawah Naungan o Undershade grown), semi Piloto in East Java (noto come Javano) e tabacchi del Connecticut. Il Besuki è ampiamente utilizzato nei sigari fatti a macchina in quanto è presenta una foglia molto resistente, che si presta anche all’utilizzo con wrapping meccanico. Uno delle più grandi aziende di tabacco, G. Harkema B.V, fondata nel 1872, ha aperto un ufficio di servizi a Jember nel 1991 e ha stabilito strette relazioni con coltivatori e confezionatori di questo tabacco ed è diventato uno dei maggiori protagonisti della scena indonesiana, consentendo ai produttori di sigari di acquistare i migliori involucri, leganti e riempitivi adatti ai loro prodotti.

La zona assomiglia alla maggior parte delle terre coltivate a tabacco di tutto il mondo, con centinaia di ettari coltivati ​​fianco a fianco a una pianura piatta. Ma la maggior parte degli esperti di tabacco di Jember è d'accordo sul fatto che invece la regione appena a nord di Jember è quella che è più disposta a dare il miglior tabacco da filler.

L'area è più simile alla giungla, con terreni più ricchi e piantagioni più piccole. La zona nord di Jember offre il tabacco più ricco, sigari qualitativamente migliori, ma il problema è che tutti i produttori europei ne hanno il monopolio, lo acquistano da decenni. Ecco il motivo per il quale gli americani che sono venuti qui qualche anno fa hanno ottenuto un tabacco più scadente, tranne una sola azienda, che negli anni ’90, accorgendosi che la fornitura di wrapper dall'Africa centrale diventò troppo costosa e di qualità variabile e a causa di problemi interni nelle nazioni produttrici di tabacco del Camerun e della Repubblica Centrafricana, ebbe l’intuizione di puntare tutto sul TBN (abbreviazione di tabaco Bawah Naungan, tradotto come "tabacco sotto il lenzuolo" o tabacco coltivato all'ombra). Il TBN è Il tabacco è un incrocio tra besuki e Connecticut Shade. Esso a differenza del Bezuki ha caratteristiche metalliche che non a tutti gli utenti finale piace, ed è quindi considerato di qualità inferiore.

 

Di Alessio Cona 

prossimo appuntamento 17 Novembre 2018