1° puntata del 10-03-2018: Tutto inizia con un uomo, Sir Thomas Cavendish, con il noto soprannome “The Navigator”, impavido avventuriero inglese.

Benvenuti a questo primo appuntamento con la rubrica Sali & T'abacchi.

Oggi vi guideremo tra la storia, le origini ed un pizzico di Legenda del tabacco Cavendish. Mettetevi comodi e seguiteci in questo breve ma ricco viaggio.

Storia ed Origini del Cavendish

Tutto inizia con un uomo, Sir Thomas Cavendish, con il noto soprannome “The Navigator”, impavido avventuriero inglese, che nel 1586 con la sua nave, la Desire, decise di circumnavigare il globo per imitare il più noto Francis Drake.

Con la sua piccola flotta nel 1587 al largo di Cabo San Lucas, catturò e depredò il Galeone di Manila, sottraendo alla nave spagnola un ingente bottino.

Come ogni bella storia piratesca, leggenda narra che Cavendish con una parte di quei soldi, una volta giunto in America Centrale, acquistò un grosso quantitativo di Tabacco Virginia.

Avendo perso alcune delle navi durante gli scontri e non possedendo sufficiente spazio per stipare la merce, decise, assieme alla sua ciurma, di utilizzare delle vecchie botti di rum per immagazzinarne il più possibile.

Durante la traversata di ritorno, un viaggio molto lungo, il tabacco all’interno delle botti iniziò a fermentare, ed il legno che prima aveva contenuto per molto tempo il rum, iniziò a cedere alle foglie, aromi e profumi.

Giunto in patria, il prodotto ebbe un grandissimo successo, tanto che la Royal Majesty dette la sua approvazione per commercializzarlo.

Da quel momento si avviò una massiccia produzione di Cavendish. Le tipologie di tabacchi utilizzati e le più moderne tecniche di cura, le affronteremo nel prossimo articolo, dove andremo ad analizzare i vari passaggi ed elementi che compongono il Cavendish.

Di Alessio Cona & Flavio Ceccanti

prossima puntata 17 marzo 2018

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.