7° appuntamento del 11-05-2019: Special Blend - La Tabaccheria, Harmonium

Buon sabato a tutti,

oggi cari vaper il nostro viaggio ci porta davanti a un’innovazione tra i tabacchi aromatizzati.
Parlo di innovazione proprio perché l’Harmonium nasce in un momento in cui i tabacchi aromatizzati vanno per la maggiore e il panorama dei flavoured tobacco è saturo di prodotti spesso simili tra di loro.

L’Harmonium va ad inserirsi prepotentemente in un segmento dove spesso ad accompagnare il tabacco sono creme o frutta con una ricetta molto interessante, dove le scure note di un fire cured incontrano la nocciola il cocco e le venature lignee della barrique.

A differenza di tanti flavoured tobacco, che tendono a dare più importanza alla aromatizzazione che al tabacco, la linea Special Blend La Tabaccheria ha come prerogativa quella di dare ampio spazio al tabacco, in particolare questo prodotto.

Il nome Harmonium, probabilmente deriva dalla grande passione di Orlando D’alessandro per i vini siciliani. Infatti è anche il nome di un vino la quale capacità è quella di coniugare la potenza del vitigno Nero d'Avola e lo stile armonioso conferitogli dalla cantina. Un vino nato dall'idea di creare un "supercru" di Nero D'Avola che fosse espressione delle migliori uve provenienti dagli appezzamenti più vocati della tenuta. Questo intento, unito alla dedizione del suo produttore danno vita ad un emblema liquido di classe ed eleganza, proprio come Orlando D'alessandro fa con i suoi prodotti.

Nel nostro caso un tabacco poderoso come il Latakia, (da quel che posso dedurre), nel pieno della sua forza miscelato sapientemente alla nocciola e al cocco, viene affinato in barrique per creare una legnosità complessa e vivida e arrivare, come per il suo omonimo, a un’armonia unica.

La nocciola fa da vettore all’interno dell’aroma, ovvero, veicola e accompagna con la sua cremosità il tabacco fino ad incontrare il cocco, appena percettibile, ma la cui presenza amplifica la percezione legnosa dell’insieme, dove le preziose note di affinazione del rovere della barrique fanno il resto.

Proprio come il suo omonimo enologico avvolge, coinvolge, appaga con la sua tannica e piacevole sapidità.

Sì ho detto proprio sapidità, perché, sebbene la percezione è lievemente sbilanciata sull’amabile/secco (riconducibili alla peculiarità del tabacco utilizzato), l’Harmonium ha una tendenza sapida, minerale, dove i connotati del Latakia si vanno a coniugare alla perfezione alle venature calde e suadenti della nocciola e a quelle del cocco secco raspato e a note tostate.

Fondamentalmente, questo aroma, è l’esempio del bilanciamento perfetto, dove nessun elemento sovrasta l’altro, bensì è una collaborazione aromatica/tonale congiunta, che appaga sin dalla prima boccata.

È quindi quasi immediata l’idea di poter utilizzare l’Harmonium all-day, in una diluizione del 10%. Ma se voleste azzardare in un 12%/15% per una degustazione, probabilmente ve ne innamorereste perdutamente, sia essa una degustazione di guancia che da flavour o cloud.

prossimo appuntamento 18 Maggio 2019

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.