Uno studio statunitense del Giugno di quest'anno viene presentato durante il #Moissanstabac francese per far fronte al notevole aumento delle malattie cardiovascolari

Lo studio pubblicato oggi su BMC Medicine finanziato dal Cancer research Uk ha rilevato che i fumatori che frequentano utilizzatori di sigarette elettroniche sono più incentivati a smettere.

Secondo un nuovo studio il 29% degli operatori sanitari non consiglierebbe le sigarette elettroniche ai pazienti oncologici che già fumano, secondo una ricerca presentata alla CNRI Cancer Conference 2018.

Preservare un settore con un declino dettato da chi vuole smettere di fumare con l'ausilio delle sigarette elettroniche. I tabaccai francesi aderiscono al mese senza tabacco.

Per il Mese senza tabacco SANTÉ PUBLIQUE FRANCE fornisce assistenza finanziaria per sostenere volontari dell'associazione AIDUCE che forniscono informazioni sul vaping anche tramite facebook.

Il lancio del #MoisSansTabac è accompagnato dalla pubblicazione di dati particolarmente preoccupanti riguardanti l'aumento del tasso di malattie correlate al fumo nelle donne in Francia.

La Società tedesca di Chirurgia e Medicina Vascolare si è riunita la scorsa settimana per una conferenza annuale presso il World Conference Centre di Bonn.

In un comunicato della PHE (Public Health England), a fronte della campagna di "Stoptober 2018",  si evidenzia come una persona smette di fumare ogni 80 secondi.